Recensione: La mia ultima estate di Anne Freytag

Data di pubblicazione: 25/05/2017

Editore: Leggereditore

Genere: Young Adult

Pagine: 250

Prezzo: 14.90 €

Prezzo ebook: 4.99 €

Tessa, diciassette anni, ha atteso a lungo il ragazzo perfetto, il momento perfetto, il bacio perfetto. Pensava di avere ancora molto tempo davanti a sé, prima di scoprire che a causa di un difetto cardiaco le restano poche settimane di vita. Stordita, arrabbiata, disperata, aspetta di morire chiusa nella sua stanza. È un’attesa amara, la sua, perché sa di non aver vissuto a pieno. Pensa a sé stessa come a una “ragazza soprammobile”, che morirà “vergine e senza patente”. Fino a quando non incontra Oskar e tutto sembra di nuovo possibile. Nonostante Tessa cerchi di allontanarlo, convinta che una relazione sarebbe insensata ed egoistica, lui non le lascia scampo. Oskar sa vedere dietro le apparenze, non ha paura e vuole rimanerle accanto. Pur di sorprenderla, di vedere i suoi occhi brillare per l’emozione, organizza un piano per farle vivere un’ultima estate perfetta. Un viaggio in Italia a bordo della sua Volvo sgangherata per ammirare i tesori di Firenze, sedersi sulla scalinata di Piazza di Spagna, mangiare una pizza a Napoli. Un’ultima estate in cui il tempo non ha importanza e ciò che conta sono solo i sentimenti.

Recensione

Oggi arriva nelle librerie La mia ultima estate di Anne Freytag e la Leggereditore mi ha gentilmente concesso di leggere il romanzo in anteprima per voi. Se qualcuno di voi però è stato al Salone del Libro di Torino, come me, ha potuto trovarlo in vendita già in quei giorni.

La calma prima della tempesta riempie l’aria; le foglie degli alberi decidui non si muovono, nulla si muove. Come se il mondo e io fossimo all’improvviso parte di un dipinto terribilmente reale.

Siamo di fronte a un romanzo non facile perché la trama già ci racconta qual è la storia di Tessa. Il suo cuore prima o poi cesserà di battere per una malformazione.
La protagonista che viene descritta dall’autrice è una ragazza che ormai aspetta solo la sua morte imminente rinchiusa all’interno di casa sua. Con i suoi genitori non ha un grandissimo rapporto perché le hanno mentito e sua sorella è la pecora nera della famiglia. Forse odio, forse invidia, ma comunque il loro è un rapporto difficile.

Il mio cuore non ce la fa ad andare più veloce e anche i miei polmoni raggiungono i loro limiti, ma io mi aggrappo a lui. Mi lascio trascinare. Quando ti tocca quell’unica persona che ti fa vibrare, il mondo si ferma. Le gambe continuano a correre e i tuoi polmoni respirano, anche se non ce la fai più, e tutto ciò che senti è quel tocco. Pelle su pelle, come un sussurrare tra corpi.

Basta però l’incontro con il figlio di un amico del padre di Tessa, a far rinascere la volontà di vivere. Oskar entra nella vita di Tessa senza troppe difficoltà. La trascina in un viaggio che la porterà a scoprire nuovi luoghi e a superare le sue incertezze e paure.
Anche per Oskar però sarà un viaggio alla ricerca del perdono. Porta con sé, sempre un piccolo coniglio di peluche, in ricordo di una persona a lui molto cara.

Il romanzo è narrato in prima persona, principalmente dal punto di vista di Tessa. Ci sono, però, alcuni brevi capitoli che esprimono i pensieri di Oskar e di quello che prova stando accanto alla sua ragazza per la sua ultima estate.
È un romanzo triste, ma al tempo stesso unico come tutte le prime volte. Perché Tessa farà tutto quello che ha sempre voluto prima di arrivare al suo ultimo giorno, in un ultimo viaggio. E chissà se questo la porterà a ritrovare l’amore per le persone che fino a poco tempo prima riteneva dei bugiardi.

Voto 3.5 / 5 stelle!

  • 1 stella: pessimo
  • 2 stelle: scarso
  • 3 stelle: buono
  • 4 stelle: ottimo
  • 5 stelle: meraviglioso
Precedente Classifica libri più venduti - Settimana dal 15 al 21 maggio Successivo Recensione Film: Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar