Recensione: Paper Princess di Erin Watt

Data di pubblicazione: 30/05/2017

Editore: Sperling & Kupfer

Genere: New Adult

Pagine: 362

Prezzo: 14.90 €

A diciassette anni, Ella Harper ha già imparato a sbrigarsela da sola. Sempre in fuga, dalle difficoltà economiche e dagli uomini sbagliati di sua madre, si è districata tra mille lavori per riuscire a far quadrare i conti, studiare e costruirsi un futuro migliore. Finché, un giorno, nella sua vita compare un certo Callum Royal. Distinto ma deciso, nel suo costoso abito di sartoria, dice di essere il migliore amico del padre, che lei non ha mai conosciuto, nonché il suo tutore legale. In quanto tale, sarà lui d’ora in poi a sostenere le spese per il suo mantenimento e la sua istruzione, a patto che Ella accetti di vivere con lui e i suoi cinque figli. Ella sa che il sogno che Callum Royal sta cercando di venderle è sottile come carta. Ed è diffidente e furiosa. Ma ancora di più lo sono i fratelli Royal. Easton, Gideon, Sawyer, Sebastian e… Reed. Magnetici e pericolosi, non mancano di farla sentire un’intrusa: lei non appartiene, e non apparterrà mai, alla loro famiglia. E a nulla valgono i tentativi pacificatori di Callum. Ella però non è certo il tipo che si lascia intimorire, e le scintille a casa Royal non tardano ad arrivare. Soprattutto dopo un bacio rubato, che innescherà un’inarrestabile spirale di rabbia, gelosia e desiderio. Per non scottarsi, Ella dovrà imparare presto le regole del gioco…

Serie “The Royals”:

  • Paper Princess
  • Peper Prince
  • Paper Palace
  • #3.5 Tarnished Crown (Inedito in Italia)
  • Fallen Heir (Inedito in Italia)
  • Cracked Kingdom (Inedito in Italia)

Recensione

Paper princess è stata un’altra lettura che mi ha accompagnata durante l’estate. Primo di una trilogia, incentrata su due protagonisti principali, il romanzo del duetto sotto lo pseudonimo di Erin Watt sarà sicuramente il libro più venduto nelle librerie italiane. Ho letto parecchie recensioni di questo libro, ma non ho voluto farmi influenzare e oggi vi dico cosa ne penso.

La vita è mia. La vivo. La controllo.

Ella ha diciassette anni, non sa cosa voglia dire vivere senza problemi. Figlia di una spogliarellista si ritrova anche lei ha seguire le orme di sua madre per pagare le cure mediche e per sopravvivere. Quando però sua madre viene a mancare, la vita della ragazza cambia totalmente.
Un uomo dall’aria distinta, Callum, si trova alla sua scuola affermando di essere il suo tutore e di conoscere suo padre. Ella che non ha mai avuto modo di conoscerlo si trova in un limbo. Vuole fuggire da quell’uomo pieno di soldi, perché ha paura di perdere la sua libertà.

So che non posso sostituire i tuoi genitori, ma sono qui per te, per aiutarti come avrebbero fatto loro. Avrai anche perso la tua famiglia, ma non sei più sola, Ella. Sei una Royal, ora.

Quello che accade ad Ella è cosa c’è di più impossibile nella vita. Quando ti capita di venire accolta da una famiglia milionaria che penserà al tuo presente e futuro? Beh ad Ella questa “fortuna” le capita tra le mani e non ha nemmeno il tempo di realizzare che d’ora in poi non dovrà più scappare per vivere.
Quello che però non si aspetta di trovare sono cinque ragazzi dall’aria poco amichevole, figli di Callum, che le daranno del filo da torcere. Non la vogliono a casa con loro e faranno di tutto per farla sentire fuori luogo.

Ma l’altra parte di me, quella che tenta di proteggermi a tutti i costi nascondendo le mie emozioni, mi sta insultando per aver pianto davanti a Reed, per avergli lasciato vedere quanto mi senta insicura e vulnerabile in questo nuovo mondo in cui sono stata gettata. Mi odio perché sono debole.

Quello che ho apprezzato dalle due autrici è il tema che hanno trattato nella prima parte del libro. Ella, per sua sfortuna, si ritrova ad essere vittima di bullismo, ma ha la forza e la capacità di andare dritta per la sua strada tenendo la testa alta, senza vergognarsi del suo passato. Un passato fatto di povertà e di amarezza.
È una protagonista tosta, cresciuta troppo in fretta, ma che sa il fatto suo.
Tra i cinque fratelli quello che colpisce è Reed. È all’ultimo anno e ha ben chiara la situazione: è convinto che Ella stia truffando la sua famiglia facendo credere a suo padre Callum chissà quali storie. È un ragazzo introverso, molto chiuso in se stesso. Sta affrontando a modo suo un dolore che ha colpito l’intera famiglia e non permetterà di certo a una ragazzina di diciassette anni di portare via il precario equilibrio dei Royal.

Credo ancora che là fuori mi aspetti qualcosa di buono. Devo solo andare avanti finché arriverà il mio momento, perché, di certo, niente di tutto questo sarebbe accaduto se non ci fosse una luce alla fine del tunnel. 

Ho amato, se me lo concedete, i battibecchi tra Ella e Reed. I due hanno fegato da vendere e non se le mandano a dire. Sono orgogliosi entrambi al punto da non mollare mai la presa, ma quando il fato ha in serbo per loro un sentimento tanto forte quanto pericoloso, i due dovranno abbassare gli scudi e affrontarlo insieme.
Finale aperto che ti costringe a correre in libreria per comprare il secondo romanzo della serie. Io non sono rimasta per nulla delusa e anzi, se i romanzi tormentati sono la vostra passione, io ve lo consiglio assolutamente.

Voto 4 / 5 stelle!

  • 1 stella: pessimo
  • 2 stelle: scarso
  • 3 stelle: buono
  • 4 stelle: ottimo
  • 5 stelle: meraviglioso
Precedente Anteprima: Le cose da dimenticare di Kerry Lonsdale Successivo Classifica libri più venduti - Settimana dal 21 al 27 agosto