Recensione: Dolce risveglio di Donatella Perullo

Data di pubblicazione: 28/09/2017

Editore: Leggereditore

Collana: Chef per amore

Prezzo: 9.90 €

Gilia è una studentessa universitaria che si mantiene lavorando nel tempo libero. Il suo sogno è aprire una pasticceria letteraria ma l’obiettivo adesso è superare l’ultimo esame che la separa dalla tanto sognata laurea in lettere. Lontana dai genitori, il suo punto di riferimento a Napoli è Abeba, sua migliore amica e personal chef. È grazie a lei che ha conosciuto Mario, laureando in legge e suo fidanzato da due anni. Ma proprio quando si sente all’apice della felicità e soddisfazione, le cade il mondo addosso. Mario di punto in bianco decide di lasciarla per la figlia di un noto avvocato di Napoli, nella speranza di fare carriera. Distrutta e incapace di reagire, Gilia sta per abbandonare i sogni di una vita quando Abeba le propone di aiutarla a organizzare una cena che le è stata affidata. Il suo compito sarà preparare il dessert richiesto dagli ospiti: una delizia al limone. Ma la serata le riserverà anche una dolce sorpresa: Matteo. L’incontro tra i due scatena un’attrazione profonda e immediata, che entrambi si sforzano di ignorare. Saranno in grado di lasciarsi il passato alle spalle e abbandonarsi al risveglio del cuore? Vecchie ferite e delusioni troveranno conforto nella magia del profumo di limone…

Recensione

Oggi vi parlo di uno dei romanzi della collana Chef per Amore edito dalla Leggereditore. Un’idea davvero carina con la collaborazione di Simone Rugiati che in ogni libro ha regalato ai lettori una sua ricetta.

Resti una faccia di mersa. Un uomo senza valore che ha finto di amarmi per vivere a casa mia, mangiare il mio cibo e rubare i miei sogni.

Gilia ha ventisette anni ed è fidanzata con Mario da due. Il suo sogno è aprire una pasticceria letteraria e pur non avendo mai studiato è davvero in gamba, grazie anche agli insegnamenti di sua madre e sua nonna.
L’unico a non credere alle sue potenzialità è proprio il suo ragazzo che di punto in bianco la lascia per un’altra.
Distrutta dal dolore e dalla rabbia di aver perso tempo con un uomo così, Gilia si chiude in se stessa e non ha nessuna intenzione di tornare ad amare. Per un periodo decide di sospendere gli studi e non inseguire più il suo sogno. Sarà la sua vicina di casa e amica Abeba a tirarla fuori dal limbo e riportarla alla luce.

L’amore conosce le vie più improbabili e ha mezzi inaspettati. Al momento giusto, saprà trovarla e allora nascondersi non le servirà. Il suo cuore è addormentato, non morto. Vedrà che prima o poi anche per lui ci sarà un dolce risveglio.

L’incontro tra Gilia e Matteo avviene per caso. Abeba chiede aiuto a Gilia per una festa: lei dovrà occuparsi dei dolci ed è proprio a causa di una delizia al limone che i due si scontreranno per la prima volta. Non voglio svelarvi nulla del resto della trama e lasciarvi scoprire la dolcezza di questo romanzo.

Matteo era tutto ciò che avevo sempre desiderato, era il sogno impossibile e ora sapeva che se le avessero chiesto di rinunciarvi non lo avrebbe fatto, mai, perché i sogni sono belli per questo, possono essere grandiosi e renderti felice, anche solo immaginando che si realizzino.

Matteo è un uomo che ha costruito la sua vita pensando sempre al bene di sua figlia Olivia. Sa cosa vuole e sa riconoscere quando una persona è pura di cuore. Mi è piaciuto davvero molto come personaggio perché non è il classico latin lover, ma un uomo con la testa sulle spalle. Un uomo con cui potersi costruire una famiglia.

Era così la felicità? Un’esplosione di adrenalina, stupore e beatitudine che faceva tremare le gambe e impazzire il cuore?

Il romanzo scorre velocemente raccontato in terza persona. Molto molto carino anche se avrei dato maggiore spazio al sogno di Gilia.

Voto 3.5 / 5 stelle!

  • 1 stella: pessimo
  • 2 stelle: scarso
  • 3 stelle: buono
  • 4 stelle: ottimo
  • 5 stelle: meraviglioso

 

Precedente Classifica libri più venduti - Settimana dal 18 al 24 settembre Successivo Anteprima: Origin di Dan Brown

Lascia un commento

*