Recensione: Forever – Solamente io e te di Amy Engel

Data di pubblicazione: 23/02/2017

Editore: Newton Compton

Genere: Distopico

Pagine: 256

Prezzo cartaceo: 9.90 €

Sono ancora viva. A malapena. Il mio nome è Ivy Westfall. Ho sedici anni e sono una traditrice. Tre mesi fa, sono stata costretta a sposare il figlio del Presidente, Bishop Lattimer – come è stabilito che facciano tutte le figlie del clan perdente nella guerra che sono cedute in matrimonio ai figli dei vincitori. Ma io ero diversa. Io avevo una missione segreta da portare a termine: uccidere Bishop. Invece, mi sono innamorata di lui. Ora sono una reietta, abbandonata al mio destino e devo sopravvivere nella ferocia brutale delle terre al di fuori della civiltà. Eppure, anche qui, c’è speranza. C’è vita oltre la recinzione. Ma non posso correre più veloce del mio passato. E ogni giorno il mio cuore si chiede se riuscirà mai a battere di nuovo come un tempo…

Serie “The Ivy”:

  • Forever (QUI la recensione)
  • Forever – Solamente io e te

Recensione

Non mi faccio illusioni pensando che forse un giorno…e cerco di ricordarmi che non farà sempre così male: prima o poi il dolore svanirà nel dolce oblio dei ricordi.

Tutto è cambiato. Il mondo che Ivy pensava di conoscere non è altro che una minima parte di quello che la aspetta. Ivy è fuori da Westfall per aver avuto l’intenzione di uccidere Bishop. Ora dovrà fare i conti solo su stessa e sulle sue forze. Perché al di là della recinzione nessuno sopravvive, nemmeno il più abile dei combattenti. L’autrice ci racconta di una ragazza che ormai è cambiata. È disposta anche ad uccidere veramente pur di sopravvivere.

Dopo tutto ciò che gli ho fatto, potrebbe ancora essere il Bishop che una volta mi amava, che mi teneva la mano e che è diventato il mio migliore amico.

Il romanzo scorre raccontandoci la vita di Ivy fuori dal suo paese natio e su come affronta le varie difficoltà che trova dinanzi al suo cammino…Ma mai si sarebbe aspettata di incontrare un gruppo di persone ben organizzato e pronto a difendersi dalle crudeltà del mondo esterno. E così Ivy incontra Caleb e Ash e insieme a loro riscoprirà il valore della famiglia.
Un giorno tutto cambia, perché Bishop è scappato da Westfall solo per trovarla e forse anche per perdonarla.

Ci apparteniamo ora, e non perché qualcuno ci abbia costretti a sposarci o ci abbia vincolati l’uno all’altra con delle bugie, ma perché ci siamo scelti. E ora capisco, in un modo in cui non sono mai riuscita a comprendere prima, che amare qualcuno è una sensazione così leggera, sembra di volare: quella lacrima inaspettata, la paura di crollare, quel brivido e quella sensazione di cuore in gola, sembrava essere impossibile, fino al momento in cui non lo è stato più.

Il primo romanzo l’ho trovato molto più avvincente. Secondo il mio parere è stato dato troppo spazio alla vita di Ivy e la parte finale è andando scorrendo velocemente per concludersi in poche pagine. Comunque una degna conclusione a una serie distopica che non mi appassionava così tanto da quando una certa Katniss Everdeen si era proclamata volontaria ai tempi degli Hunger Games.

Voto 4 / 5 stelle!

  • 1 stella: pessimo
  • 2 stelle: scarso
  • 3 stelle: buono
  • 4 stelle: ottimo
  • 5 stelle: meraviglioso
Precedente Classifica mensile libri più venduti: Settembre 2017 Successivo Anteprima: Felix - Il gatto del treno di Kate Moore