Recensione: Le cose da dimentica di Kerry Lonsdale

Data di pubblicazione cartaceo: Settembre 2017

Data di pubblicazione ebook: 31/08/2017

Genere: Romance

Prezzo cartaceo: ?

Prezzo ebook: 4.99 €

Una storia emozionante, che racconta la perdita più dolorosa e il coraggio di un uomo che con ogni mezzo cerca di ricostruire la propria vita.

Due mesi prima di sposarsi, James Donato scompare in mare, in Messico, impegnato nelle ricerche di suo fratello Phil, invischiato in traffici illeciti. Sei anni più tardi, lo stesso uomo dato per disperso riemerge dal suo stato di fuga dissociativa in cui era piombato quel maledetto giorno, per ritrovarsi protagonista di un’altra vita, con un nuovo lavoro e un nuovo nome. Vedovo e padre di due figli, vive a Oaxaca insieme a sua cognata Natalya, un’ex surfista professionista, con cui ha condiviso gli anni più bui.
Di colpo le due esistenze parallele collidono e torna vivido il ricordo di Aimee, il suo grande amore, e con esso l’esigenza di ritrovarla. Ma anche Aimee si è rifatta una vita, si è sposata e ha avuto un bambino. A James rimangono i suoi due figli e Natalya, l’unica persona su cui può contare, soprattutto ora che suo fratello Phil, appena uscito di prigione, è disposto a tutto pur di impedire che James riveli quello che ha visto in Messico, quel lontano giorno di sei anni prima…

Serie “Everything We Keep”:

  • Ogni cosa a cui teniamo
  • Le cose da dimenticare
  • All the Breaking Waves (Inedito in Italia)

Recensione

Morire è molto più facile che tornare in vita.

Ho iniziato questo romanzo con la certezza che tutti i nodi sarebbero venuti al pettine. Dopo il finale sconvolgente del romanzo precedente Ogni cosa a cui teniamo la Lonsdale ci regala la storia di James. La sua rinascita e il suo riscoprire la vita e quello che gli ha regalato quando era Carlos.

La sete dentro di lui – quel desiderio di creare, di condividere la sua interpretazione del mondo – non c’è più. E così pure Aimee.

Ci troviamo di fronte a un romanzo quasi “complicato” perché vede l’alternanza di capitoli che ci portano indietro nel tempo dove è Carlos che racconta la sua storia dopo che Aimee è riuscita a ritrovarlo e capitoli dove la storia è narrata al presente attraverso i pensieri di James. Il tutto si ricongiunge ad un finale che per certi aspetti ho apprezzato e per altri no.

Gli è mancata terribilmente. Il suo sapore, il suo tocco, il suo profumo. Lei.

Cercherò di spiegarmi meglio. Il primo romanzo della serie ruota intorno alla tenacia di Aimee di ritrovare il suo amore perduto, dato per morto. Quando si arriva alla fine speri che il secondo romanzo racconti il loro ritrovamento, ma in realtà Le cose da dimenticare è tutt’altro. Perché viviamo il dolore di James per quello che sta passando e per quello che sta cercando di recuperare: il suo passato e la sua vita. Anche se questo potrebbe costargli la perdita di persone a lui molto vicine in un periodo in cui era convinto di aver perso tutto.

…anche lui vorrebbe tuffarsi in quelle acque, dimenticare quel poco che ricorda degli ultimi sette anni, e vivere. Semplicemente, essere.

È un romanzo che, sì racconta una storia d’amore ormai al capolinea e una che nasce dalle ceneri di una vita passata, ma è anche la storia di un uomo che deve scoprire se stesso e quello che il futuro ha in serbo per lui.

Ripensa alla lettera che gli ha scritto Carlos, le cui parole gli tornano in mente spesso nei momenti più inaspettati, come un sottile memento di quanto sia splendida la sua vita adesso.

L’autrice è stata molto brava nel raccontare il dolore, ma anche la gioia di riscoprire la voglia di vivere una nuova vita lontano dalle malignità, ma personalmente mi è mancato quel qualcosa in più. Mi è mancata una parte di quelle emozioni che sono in grado di farti battere il cuore ad ogni riga.

Voto 3 / 5 stelle!

  • 1 stella: pessimo
  • 2 stelle: scarso
  • 3 stelle: buono
  • 4 stelle: ottimo
  • 5 stelle: meraviglioso
Precedente Recensione: Red. Il leviatano di L.F. Koraline Successivo Anteprima: La casa di vetro di Len Vlahos